Lunedi, 16 luglio 2018

L'unico mensile professionale per rivenditori di giornali

L'unico mensile professionale per rivenditori di giornali
L'unico mensile professionale per rivenditori di giornali
11 Maggio 2018

NUOVO FORMATO CON LO STESSO OBIETTIVO

NUOVO FORMATO CON LO STESSO OBIETTIVO

È con grande piacere che accolgo l'opportunità  che mi ha dato il Presidente, Armando Abbiati, di scrivere il primo editoriale di Azienda Edicola in versione on line quale nuovo Direttore Editoriale e Responsabile della testata.

Dopo oltre trent'anni, infatti, Azienda Edicola cambia veste, e diventa digitale. Raggiungibile direttamente dal web da tutti i rivenditori e dagli addetti del settore.
Lavoro in questa redazione da 17 anni, e più precisamente dal settembre 2001, quando il Direttore, Donatella Cei, mi ha accolto, facendomi sentire parte di una famiglia ancor prima che un apprezzato professionista e collaboratore.
In questi anni mi sono appassionato al settore, e ho avuto modo di conoscere tantissimi Rivenditori, ma anche dirigenti Fieg e responsabili della Distribuzione Nazionale e Locale.
Ho toccato con mano tutte le problematiche che, ahimè, interessano la filiera distributiva e di vendita della stampa (quotidiana e periodica) e la mancanza di volontà delle Parti nel risolverle nonostante i continui sforzi dello Snag e le risorse impiegate.
Ho quindi assistito al mutamento e alla continua evoluzione delle edicole per cercare di uscire dalla crisi dell’editoria e aumentare il flusso dei clienti (anche non lettori) nei loro punti vendita, differenziando i prodotti e servizi offerti.
Azienda Edicola, lo sapete, non nasce per essere venduta ai vostri clienti, ma per essere letta da voi, consultata e soprattutto per darvi un fattivo aiuto nel lavoro quotidiano.
È uno strumento utile, me lo avete detto tantissime volte telefonicamente o di persona, per aggiornarsi continuamente, per stare al passo con le normative di settore che vengono varate (dal Governo, dall’Agenzia delle Entrate, dalle Parti che predispongono e sottoscrivono l’Accordo Nazionale, etc.), e avere una risposta ai quesiti sia sotto il profilo legale, fiscale o degli esperti.
Insomma, a quanti hanno criticato l’idea di abolire la versione cartacea desidero chiarire che il nostro periodico non vi ha sottratto alcun vantaggio economico, anzi ! Non dovrete spendere alcunché, ma continuerete a usufruirne, potendo consultare anche i numeri che andranno a implementare l’archivio quando verranno sostituiti dall’ultimo uscito.
Perché cambiato il formato, ma non lo scopo: dare ai rivenditori le risorse utili per tutelarsi e difendersi nei confronti degli Editori, Distributori o anche delle Amministrazioni Comunali e, soprattutto, per far valere i loro diritti ed essere “padroni”del proprio lavoro.
L’unica cosa che cambia realmente è che grazie a questa nostra scelta potrete consultare Azienda Edicola in qualunque momento attraverso tutti i mezzi informatici (computer, tablet, cellulare) e mettere a conoscenza qualche vostro collega mandandogli il link della pagina che riterrete potrebbe servirgli, oppure condividerla tramite i social che utilizzate abitualmente, e salvare sul vostro computer ciò che volete, o finanche stamparvi un articolo.
Qualunque cambiamento inizialmente lascia perplessi ma ci sentiamo di dire che anche chi ha accolto questa novità con poco entusiasmo nel tempo riuscirà ad apprezzarla pienamente.
Non posso che chiudere questo editoriale ringraziando Donatella Cei, che mi cede un compito impegnativo ma anche stimolante, che spero di svolgere al meglio grazie al grande bagaglio di esperienza che mi ha trasmesso.
Ora aspetto di ricevere le vostre impressioni, i suggerimenti, e le nuove idee che vorrete proporre.


Buon lavoro.
Enrico Venni
Direttore Azienda Edicola