Martedi, 23 aprile 2019

L'unico mensile professionale per rivenditori di giornali

L'unico mensile professionale per rivenditori di giornali
L'unico mensile professionale per rivenditori di giornali

CHIUSURA DEFINITIVA ATTIVITÀ

24 Marzo 2019

Fra un mese intendo chiudere definitivamente la mia edicola.
Volevo sapere cosa devo fare burocraticamente sia per la licenza che nei confronti del Distributore Locale.
M.B. - Asti

Gestisco l’unica edicola presente nel mio paese e, purtroppo, visti gli esigui guadagni rimasti a noi rivenditori sto pensando di chiudere l’attività.
Come devo comportarmi per farlo? C’è una modulistica da compilare e trasmettere con Raccomandata con ricevuta di ritorno al mio Distributore Locale?
Con quanto tempo di preavviso sulla chiusura dovrei farlo affinché il Distributore possa richiedermi la resa di tutte le pubblicazioni presenti in edicola?
Devo anticipare anche al Comune la chiusura della mia attività commerciale?
Grazie anticipatamente,
C.B - Castelvecchio Subequo (L’Aquila)

Gentili lettori,
personalmente mi dispiace ogni volta che leggo che un’edicola chiude.

Rispondendo alle vostre domande, voi dovrete depositare la vostra licenza in Comune comunicando la chiusura del punto vendita.

Nell’ipotesi in cui voi aveste un chiosco su suolo pubblico dovrete risolvere anche il contratto di concessione di suolo pubblico per evitare che il Comune continui a chiedervi il pagamento della tassa di occupazione ed in tal caso, dovrete altresì occuparvi della rimozione del chiosco.

Rispetto al Distributore Locale, voi dovrete informarlo per iscritto anche via mail con un congruo anticipo (un periodo di preavviso minimo di quindici giorni) concordano la modalità di resa finale del prodotto editoriale e la definizione del dare/avere contabile ma, soprattutto, dovrete chiedere la restituzione del titolo di garanzia ove rilasciata.

Nello specifico, se aveste rilasciato una fideiussione bancaria, dovrete farvi restituire il titolo in originale consegnato al Distributore Locale e comunicare alla Banca la chiusura del rapporto di fornitura riconsegnando il titolo di garanzia; la stessa cosa nell’ipotesi in cui aveste rilasciato una fideiussione assicurativa.

Se invece aveste consegnato un assegno allora dovrete richiedere in restituzione l’importo dato in garanzia.