Martedi, 18 settembre 2018

L'unico mensile professionale per rivenditori di giornali

L'unico mensile professionale per rivenditori di giornali
L'unico mensile professionale per rivenditori di giornali

A cura di Domenico Moschella

Azienda Edicola 29 Maggio 2018

COLLABORATORE IN EDICOLA
Siccome non riesco a gestire da sola la mia attività in edicola, nel corso della giornata mia madre mi dà una mano per consentirmi un breve riposo quotidiano. Solitamente viene nel mio chiosco per un paio di ore al giorno. Ha 60 anni e non ha bisogno di contributi ai fini pensionistici. Posso regolarizzare la sua presenza prima di evitare sanzioni? E come?
A.M. - Milano 

Vista la collaborazione continuativa della mamma, anche se a part-time, la posizione del genitore andrebbe regolarizzata sia ai fini INPS che Inail. Per l’Inps va aperta la posizione della mamma come coadiuvante e sulla sua posizione Inps Commercianti verrà aggiunto il diritto fisso di circa € 3.900,00 annui.
Per l’Inail bisogna aprire la posizione per il coadiuvante, col rischio elettrico minimo, ed il costo annuo sarà di circa € 82,00.


AMMORTIZZARE SPESE DI RISTRUTTURAZIONE
Ho acquistato un’edicola un paio d’anni fa. Visto l’investimento iniziale ho aspettato a sostenere altre spese, ma ora è necessario un intervento alla struttura. La spesa complessiva per la ristrutturazione, preventivata in 8-10 mila euro, è ammortizzabile? In quanti anni? 
F.V. - Provincia di Varese

Le spese di manutenzione straordinaria sono deducibili dal reddito e sono ammortizzabili in cinque anni con quote costanti del 20% all’anno.


INSEGNA PUBBLICITARIA
Ho rilevato un chiosco-edicola. Sul “cappello” (credo che in gergo si chiami così) c’è la pubblicità di un quotidiano. Rischio di dover pagare qualche tassa per questa scritta? La persona da cui ho acquisto il chiosco mi dice che lui da tempo non riceveva alcun compenso dall’Editore del quotidiano in questione. Come mi devo comportare?
G.M. - Padova

L’art. 17 del D.lgs. 507/1993 stabilisce che è esente dall’imposta, la pubblicità, escluse le insegne, relativa ai giornali ed alle pubblicazioni periodiche poste sulle facciate esterne delle edicole o nelle vetrine o sulle porte di ingresso ove si effettua la vendita. Se la struttura posta sul tetto può essere considerata “insegna” il rischio della tassazione da parte del Comune c’è.


TV IN EDICOLA: OBBLIGO DI PAGAMENTO DEL CANONE SPECIALE RAI
Volevo porle una domanda sul tema Canone Rai. Le cose, se non sbaglio, sono cambiate molto negli ultimi anni. Avendo un piccolo televisore in edicola, che mi fa compagnia nei momenti “morti”, o di bassa affluenza, nel mio negozio e pagando già il canone Rai a casa, a me intestato, devo pagarne un secondo oppure sono esentato?
I.R. - Provincia di Napoli

L’avere ed utilizzare un apparecchio TV all’interno dell’edicola comporta l’attivazione di un abbonamento RAI specifico e pagare un apposito canone speciale che può essere inserito fra le spese di gestione.